UNA BELLISSIMA GIORNATA

Pubblichiamo la testimonianza della signora Tarabbo in occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down di Domenica 25 marzo 2018

Stasera vorrei raccontare la bellissima giornata passata nella “mia” postazione davanti allo zoo di Roma.

Sono tanti anni che mia figlia Giovanna ed io, insieme a tanti amici, soci e volontari che si sono avvicendati negli anni promuoviamo la raccolta fondi per l’AIPD e soprattutto la conoscenza delle persone con la sindrome di Down tra i frequentatori dello zoo.

Agli inizi  ho dovuto affrontare giudizi anche severi per aver portato in piazza mia figlia. Non si usava. Ora la presenza dei “nostri” è del tutto normale. Non si tratta più di accettazione ma – e forse suona strano – di normalità.

Domenica è stata davvero una festa.

L’affluenza allo zoo era modesta. In compenso, grazie anche alla prima giornata dal sapore primaverile, le persone erano particolarmente ben disposte ad ascoltare la presentazione del prodotto “girasoli” per poi acquistarlo o fare quantomeno un’offerta.

E la cosa più bella sono stati i turisti stranieri che non solo hanno provato a capire quel che i nostri ragazzi cercavano di spiegare, ma hanno dimostrato  solidarietà verso di loro.
Siamo stati orgogliosi di avere “clienti” argentini, spagnoli, tedeschi, russi, romeni, greci, americani  e persino islandesi. Non ne avevo mai conosciuto uno.

E poi il tassista di VENEZIA 3.. che dopo aver scaricato i propri clienti davanti allo zoo si è fermato chiedendo dal finestrino ad Alessandro e Giovanna di poter acquistare un barattolino di girasoli. Incredibile.

E poi  conoscere i nuovi amici scout.. ci hanno dato una bella mano. E poi ho ritrovato il “bravo venditore” Alessandro. Incredibile che nessuno riesca a sfuggire alle sue proposte di acquisto. Eccezionale Esther, un po’ acciaccata ma sostenuta da una deliziosa mamma Pina, che ha dato prova di grande resistenza nel proporre i barattolini.

E poi il sorriso della dolce Livia e del suo Simone. Il simpatico Corrado. E Marco, salutato con gioia dai nostri scout, suoi compagni di scuola.

Un ringraziamento a tutti loro per aver reso la giornata davvero speciale.

E non vorrei dimenticare Alysa, validissima volontaria sulla quale poter davvero fare affidamento.

E pensare che a ottobre avevo detto che quella era la mia ultima “piazza”.

Grazie a tutti di vero cuore.

I commenti sono chiusi.