percorsi-autonimia-si-riparte

PERCORSI DI EDUCAZIONE ALL’AUTONOMIA – FASE 2

A TUTTI I PARTECIPANTI DEI “PERCORSI DI EDUCAZIONE ALL’AUTONOMIA”

A seguito delle nuove indicazioni di Roma Capitale che ha approvato, con decorrenza 7 maggio, la proposta di rimodulazione dei servizi in convenzione “Implementazione percorsi di orientamento ed integrazione della vita cittadina dedicati a persone con sindrome di Down mediante la realizzazione di attività di supporto e sviluppo delle autonomie nelle diverse fasi di vita in favore delle persone con Sindrome di Down e loro famiglie”, di cui i Percorsi di Educazione all’Autonomia fanno parte, a partire dal 15 giugno sarà possibile la riapertura – seppur parziale – di alcune attività in presenza con i partecipanti.

La nostra Sezione quindi, anche in linea con l’andamento di questa “Fase 2”, che sta vedendo una progressiva ripresa di molti servizi per i cittadini sul nostro territorio, ha predisposto una riprogrammazione di parte delle attività educative per i partecipanti dei “Percorsi di Educazione all’Autonomia”.

Tale riprogrammazione deve naturalmente tenere conto di tutte le indicazioni e misure di sicurezza anti-Covid a tutela dei partecipanti e degli operatori.

Ciò significa che non saranno previste attività in sede, ma esclusivamente all’aperto, e saranno contemplate solo azioni all’interno di piccoli gruppi (un operatore con due, tre, massimo quattro partecipanti) sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza e dell’uso dei Dispositivi di Protezione Individuali (DPI).

Siamo consapevoli che in questa fase di transizione ciascuno di noi sta assumendo comportamenti differenti, e può avere una disponibilità più o meno ampia ad una possibile riapertura e al contatto sociale (seppur protetto): questa nostra nuova proposta quindi resta un’opportunità e non certamente un obbligo!

Pertanto resta valida l’offerta delle attività da remoto, che continueranno ad essere presenti parallelamente a questa nuova modalità di intervento: tutti i percorsi continueranno quindi a garantire i loro consueti appuntamenti online, che resteranno attivi secondo le modalità concordate con coordinatori ed operatori.

Per coloro che se la sentiranno di aderire a questa nuova proposta, saranno quindi previsti incontri da remoto alternati ad appuntamenti reali, in presenza.

Per poter riprendere in sicurezza le attività abbiamo bisogno della collaborazione di tutte le famiglie dei ragazzi e degli adulti che hanno dato adesione agli incontri in presenza.

Si chiede di seguire le semplici indicazioni riportate di seguito, che ci aiuteranno a riprendere e proseguire in tutta sicurezza:

– Ogni partecipante deve essere accompagnato all’appuntamento da un solo genitore/ familiare, per evitare l’assembramento;
– Ogni partecipante dovrà avere con sé mascherina e gel igienizzante per le mani;
Prima di partire per raggiungere la sede dell’attività vi chiediamo di rilevare la temperatura corporea: se è superiore a 37,5°C non potrà partecipare alle attività e si dovrà di avvisare l’educatore;
Alla fine delle attività vi chiediamo di misurare nuovamente la temperatura corporea e nel caso risultasse uguale o superiore a 37,5°C vi chiediamo di avvisarci tempestivamente;
– Se si riscontrano sintomi influenzali o febbre uguale o superiore a 37,5°C, vi chiediamo di avvisare l’educatore anche se si trattasse di un giorno diverso da quello in cui è prevista l’attività;
– Vi chiediamo di avvisarci tempestivamente in caso di positività al COVID-19 del ragazzo o di uno dei suoi familiari o se negli ultimi 15 giorni è stato a contatto con persone positive a COVID-19 o se negli ultimi 15 giorni è stato nelle zone considerate a rischio contagi.

GRAZIE A TUTTI PER LA COLLABORAZIONE!

I commenti sono chiusi.